“Cibo intelligente per un futuro sostenibile” 3S_4H

Obiettivo

L’obiettivo principale del progetto era, per le aziende, quello di implementare le conoscenze, competenze e processi produttivi al fine di migliorare il proprio prodotto in termini di sicurezza, tracciabilità, valorizzazione di scarti e reimpiego in Smart Food, anche al fine di identificare nuovi mercati di riferimento. Obiettivo dei soggetti della Conoscenza era di rendere la propria ricerca più competitiva e applicabile, e lavorare in sinergia con le aziende nell’ottica di una alimentazione Smart.

Bando di riferimento
ASSE  1 “RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E INNOVAZIONE”

Azione 1.1.4 – Bando per il sostegno a progetti di Ricerca e Sviluppo sviluppati dai Distretti Industriali e dalle Reti Innovative Regionali.

Risultati

Nell’ambito della sicurezza dei prodotti alimentari, sono state svolte, in perfetta sinergia tra Organismi di Ricerca e Aziende, diverse attività di ricerca per l’identificazione di metodi veloci e affidabili per lo studio di micotossine su materie prime come farine, mais, latte e l’identificazione delle micotossine più diffuse a seconda del prodotto. Sono stati inoltre eseguiti degli studi in vitro degli effetti tossicologici di micotossine su organoidi-on-a-chip.
Per quanto concerne la tracciabilità, a diverse materie prime sono state applicate diverse metodologie analitiche che vanno, ad esempio, dallo studio di forma e peso specifico del mais, ad analisi più elaborate quali la valutazione della presenza di radionuclidi in piante officinali. Su questa base, è stato ad esempio possibile determinare la provenienza geografica di estratti di piante officinali e differenziare i prodotti di origine italiana rispetto a quelli di origine balcanica. Una parte dell’attività ha poi riguardato l’identificazione di inquinanti, inclusi i metalli pesanti, nelle materie prime.
Un altro obiettivo del progetto era la determinazione e valorizzazione dei principi attivi presenti nei diversi alimenti o delle capacità nutritive dei prodotti alimentari. A questo riguardo, sono state preparate relazioni che dettagliano la presenza, la stabilità, le proprietà funzionali e biologiche di specifici nutrienti e principi attivi nei diversi alimenti, estratti, semilavorati ed integratori analizzati. La valorizzazione di tali prodotti ha contribuito allo sviluppo di nuove potenzialità e opportunità di mercato per le imprese.
Sono inoltre state eseguite con successo diverse attività tra Aziende e Organismi di ricerca su processi di incapsulamento di principi attivi e ingredienti funzionali e indagini della valutazione dell’efficacia (attività antiossidante, antinfiammatoria) e della tossicità dei principi attivi mediante saggi in vitro o su tessuti. Un altro degli obiettivi era la valutazione ove possibile dell’interazione con il microbioma e i possibili effetti sulla salute sfruttando moderne tecnologie come il Next Generation Sequencing (NGS).
Tra gli obiettivi c’era poi la valutazione del recupero e riciclo di sottoprodotti. Le varie frazioni estratte con diverse tecniche sono state caratterizzate con diversi metodi strumentali. In base agli studi condotti sono state determinate le migliori condizioni di analisi per i diversi campioni forniti dalle Aziende partner. Sempre nell’ambito del recupero di sottoprodotti, l’obiettivo è stato quello di recuperare e valorizzare materie prime provenienti da altre filiere, in particolare dell’Agri-food, attraverso le tecnologie di idrolisi enzimatica ed estrazione con fluidi supercritici, al fine di ottenere prodotti ad alto valore aggiunto. La metodologia di estrazione green, ad esempio, è stata scalata su campioni di volumi crescenti per verificare la possibile industrializzazione del processo.
Un altro degli obiettivi era la valutazione, mediante analisi avanzate, degli effetti indotti dai processi di lavorazione e di trattamento delle materie prime o del lavorato sulle caratteristiche nutrizionali dei prodotti e sulla loro shelf life. Per garantire la sicurezza alimentare e la sostenibilità delle filiere agro-alimentari, in questa fase l’attività si è concentrata sul mantenimento della qualità della merce. Sono state fatte numerose analisi sui prodotti finiti per verificare se la qualità delle materie prime si mantenesse durante i processi di stoccaggio e lavorazione, oltre che analisi di verifica sulle materie prime stesse.
Inoltre sono stati realizzati studi sulla possibile valorizzazione energetica del calore prodotto durante le lavorazioni di un’azienda casearia e sulle strategie di efficientamento energetico che si potrebbero adottare in alcuni casi pilota. Analogamente è stato fatto uno studio sulla possibilità di produzione di energia dal gradiente salino nelle salamoie e sulle tecnologie più promettenti in questo settore.
Per quanto concerne poi l’impiego di estratti o di alimenti smart, risultati promettenti sono stati ottenuti sull’identificazione delle metodologie più idonee per la valutazione del miglioramento della fisiologia del sonno, mediante il monitoraggio delle funzioni durante l’assunzione di “alimentazione tradizionale” e di “alimentazione arricchita”, e la messa a punto di un protocollo sperimentale idoneo. Inoltre, vi era tra gli obiettivi la realizzazione di uno strumento pilota per la valutazione della funzionalità del sonno e del tono muscolare (migliorato o preservato) dopo l’uso di prodotti integratori alimentari e alimenti nutrizionali arricchiti. In questo senso è stato preparato uno strumento innovativo in grado di registrare elettromiografie e elettroencefalogrammi in piccoli animali. È stata quindi fatta la preparazione di opportune arene per la registrazione con cui sono state eseguite le opportune valutazioni sulla qualità del sonno degli animali del gruppo di controllo e di quelli sottoposti a dieta arricchita.

Informazioni Progetto

Costo: € 5.225.822,58
Finanziamento: € 2.626.041,49

 

Ambiti RIS3: Smart Agrifood, Sustainable Living

Altri ambiti di interesse: Agrifood, Design, Creatività e Made in Italy, Mobilità sostenibile, Salute

Durata Progetto

Inizio: 07/11/2017
Fine: 30/07/2021

Altre informazioni

Regione del Veneto – POR FESR 2014-2020

ASSE  1 “RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E INNOVAZIONE”

Azione 1.1.4 – Bando per il sostegno a progetti di Ricerca e Sviluppo sviluppati dai Distretti Industriali e dalle Reti Innovative Regionali.