APERTI I TERMINI PER CONTRIBUTI A DISTRETTI INDUSTRIALI E RETI INNOVATIVE REGIONALI. MARCATO: RISORSE IMPORTANTI PER LA COMPETITIVITÀ E L INNOVAZIONE

28-09-2018

AMMONTA A 800 MILA EURO L’IMPORTO COMPLESSIVO STANZIATO DALLA REGIONE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUITI FORFETTARI, DESTINATI AI SOGGETTI GIURIDICI CHE RAPPRESENTANO LE RETI INNOVATIVE REGIONALI E I DISTRETTI INDUSTRIALI, EROGABILI NEL CORSO DELL'ANNO 2018. LO RENDE NOTO L’ASSESSORE REGIONALE ALLO SVILUPPO ECONOMICO, RICERCA E INNOVAZIONE ROBERTO MARCATO.

Ammonta a 800 mila euro l’importo complessivo stanziato dalla Regione per la concessione di contribuiti forfettari, destinati ai soggetti giuridici che rappresentano le reti innovative regionali e i distretti industriali, erogabili nel corso dell'anno 2018. Lo rende noto l’assessore regionale allo sviluppo economico, ricerca e innovazione Roberto Marcato, in concomitanza con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale di oggi dell’avviso pubblico per la presentazione delle domande. Il termine è di 20 giorni a decorrere dalla data di pubblicazione, pertanto la scadenza per le domande è fissata al 18 ottobre.

“L’obiettivo per il Veneto – sottolinea Marcato - è essere competitivi e dotarsi degli strumenti necessari per restare sul mercato, dando attuazione alla nuova visione contenuta nel piano industriale che ha preso forma l’anno scorso grazie all’osmosi tra la Regione, le università e il mondo delle imprese. Con i distretti industriali e le reti innovative regionali puntiamo a promuovere concrete azioni di sostegno allo sviluppo del sistema produttivo veneto, anche per la creazione di ecosistemi di business a favore dell'innovazione dei settori produttivi, della competitività dei prodotti, dello sviluppo di nuovi processi e delle eccellenze venete sul mercato globale, della difesa dell'occupazione, dello sviluppo di imprenditoria innovativa e dell'avviamento di nuova imprenditorialità”.

“I contributi che assegneremo in base a questo avviso – aggiunge – andranno ai soggetti giuridici che rappresentano le 17 reti innovative regionali ed i 15 distretti industriali riconosciuti dalla Regione, per supportare gli oneri amministrativi sostenuti nel coinvolgimento delle imprese e degli enti di ricerca veneti nella pianificazione dello sviluppo del sistema distretto o delle reti. Attività che si traducono in progetti esecutivi di ricerca industriale, sviluppo sperimentale, innovazione dei processi, internazionalizzazione ed export, finanziati nell’ambito del POR FESR Veneto 2014-2020”.

L’importo massimo concedibile per ciascun soggetto giuridico rappresentante la rete innovativa regionale ammonta a 30.000 euro, mentre l’importo massimo concedibile per ciascun soggetto giuridico rappresentante il distretto industriale sarà di 15.000 euro.

IN EVIDENZA