Assessore Marcato: “Bando da oltre 42 milioni di euro per RIR e distretti industriali. Immettiamo linfa vitale per dare slancio alla crescita del Veneto”

“Le Reti Innovative Regionali sono strumenti straordinari di crescita e sviluppo del nostro tessuto economico e sociale sulle quali stiamo investendo oramai da oltre un decennio. Crediamo fortemente che le RIR siano volani di sviluppo come, d’altro canto, lo sono i distretti industriali, più tradizionali forme di aggregazione che sono comunque strategiche. E l’impegno concreto di Regione del Veneto in questo caso si concretizza in un nuovo bando da € 42.187.500 di euro destinato a una platea potenziale di circa 1.300 imprese e organismi di ricerca che già aderiscono alle Reti Innovative Regionali e di una stima di oltre 6.000 imprese che fanno parte dei Distretti Industriali. Puntiamo a sinergie per una crescita sostanziale del territorio”.

Così l’Assessore regionale allo sviluppo economico ed energia Roberto Marcato annuncia l’approvazione in giunta del Bando per il finanziamento di progetti di ricerca e sviluppo realizzati dalle Reti Innovative Regionali e dai Distretti Industriali. I progetti potranno essere presentati tra il 2 luglio e il 10 settembre prossimi.

Il bando avvia l’attuazione della principale azione di ricerca dell’intero PR Veneto FESR 2021-2027 (azione 1.1.1 -sub A- “Rafforzare la ricerca e l’innovazione tra imprese e organismi di ricerca”) che ha una dotazione finanziaria complessiva di 80 milioni di euro, di cui 66.250.000 di contributi a fondo perduto ed euro 13.750.000 di prestiti agevolati. 

Lo stanziamento di questo primo bando è di 31.250.000 euro da concedere a fondo perduto e 7.656.250 euro sotto forma di prestito a tasso zero. Si sommano, inoltre ulteriori 3.281.250,00 euro che saranno messi a disposizione dalle banche a un tasso agevolato.

“Abbiamo scelto di finanziare progetti dal forte impatto in termini di ricerca e sviluppo pre-competitivo, capaci di produrre risultati significativi per l’evoluzione tecnologica del sistema economico-produttivo del Veneto– precisa l’Assessore Marcato –. Tutto questo in linea con le priorità strategiche fissate con la Strategia regionale per la specializzazione intelligente S3 Veneto 2021-2027, il principale documento strategico in cui sono individuate le priorità di ricerca e sviluppo con le relative sfide in termini di innovazione tecnologica”.

I progetti avranno budget molto rilevanti, nell’ordine di alcuni milioni di euro, in particolare fino a 6 milioni di euro di spesa qualora attuati in sinergia tra più Reti Innovative Regionali e Distretti industriali e dovranno essere ultimati entro aprile 2027.

“Il bando promuove una forte sinergia collaborativa nella tematica della ricerca applicata, tra le imprese, gli organismi di ricerca e, per la prima volta per le attività di ricerca e sviluppo, con gli istituti di credito quali nuovi attori impegnati nel sostenere finanziariamente la competitività delle imprese venete” sottolinea concludendo Roberto Marcato. 

Il bando è disponibile con la relativa modulistica nella sezione “Bandi, Avvisi e Concorsi” del sito internet: 

https://bandi.regione.veneto.it/Public/Dettaglio?idAtto=10538&fromPage=Elenco&high=